FeaturedSport e Motori

Juventus – Roma 1 a 0, la Roma si inchina a Higuain

stadio-torino A Torino, come era prevedibile, è gara vera, senza esclusione di colpi. La Roma allo Stadium contro la Juve, è scesa in campo con orgoglio e grinta. Ha cercato in ogni maniera di sovvertire il pronostico iniziale, a forti tinte bianconere. Non è riuscita nell’impresa di strappare qualche punto per rifarsi sotto in classifica, ma gli Spalletti boys possono rientrare nella Capitale con la consapevolezza di essere squadra, anche se ancora distante dalla corazzata di Allegri.
Ma riavvolgiamo il nastro. I padroni di casa, partono subito forte ed al 14’ con una prodezza di Higuain, la sbloccano. Il Pipita, con una perla, che poi si rileverà decisiva ai fini del risultato, recupera palla al limite dell’area e buca Szczesny con un bolide, perfetto mix tra precisione e potenza. La partita, da questo momento in poi, cambia registro. I giallorossi provano a prendere in mano le redini del gioco, cercando, a centrocampo, con De Rossi, Strootman e Nainggolan di imbastire delle offensive verso la difesa torinese, senza provocare, però, nessun pericolo a Buffon e compagni. Un Perotti non in formissima ed uno spento Dzeko, di certo, non agevolano. La ripresa, è più viva e frizzante. La Roma, crea occasioni goal a ripetizione, alcune davvero clamorose. La Juve, però, regge il colpo e tiene botta fino al 90esimo.
I bianconeri, con questo successo, si portano, così a +7 sui capitolini ed addirittura a +9 sul Milan terzo. Campionato chiuso? La strada anche se ancora lunga, sembra essere segnata. Ovviamente grande rammarico nel post-gara. Il primo a prendere la parola, ai microfoni dei colleghi di RaiSport, è mister Spalletti: “C’è delusione per come è andata a finire! Abbiamo sofferto molto la fisicità della Juve. Ci siamo dati da fare per tornare in partita, costruendo anche qualche palla interessante, soprattutto nel secondo tempo. Addio Scudetto? Beh, non potendo più guardare a chi ci è davanti, pensiamo a concentrarci su chi ci è dietro…Mercato? Faremo sicuramente qualcosa. A centrocampo c’è necessità!”. Gli fa eco il portierone giallorosso Szczesny, che non manda giù questo ko: “Abbiamo perso, ne prendiamo atto! Secondo me siamo stati in partita per lunghi tratti del match, dimostrando buone cose. Il pareggio sarebbe stato più giusto! Tra noi e loro, c’è ancora tanta differenza.
Dobbiamo impegnarci e lavorare duro per colmarla prima possibile, ma continuando sulla nostra strada, passo dopo passo”. Adesso bisogna ripartire immediatamente. Giovedì all’Olimpico c’è il Chievo. Servono i tre punti per chiudere l’anno in bellezza e confermare il secondo posto in classifica.
(foto:wikipedia.org)

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio