CronacaFeatured

Minaccia di morte amico per rimanere a casa sua Roma, fermato 32enne

auto-polizia-3 Minaccia di morte e chiede 2mila euro a un conoscente per lasciare l’appartamento. Un 32enne, di origini bengalesi, è stato sottoposto a fermo dal personale del commissariato Appio Nuovo. L’uomo è stato poi condotto nel carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità giudiziaria: dovrà rispondere di estorsione e violazione di domicilio.
LA VICENDA – Un uomo aveva deciso di aiutare un conoscente in difficoltà e lo aveva ospitato in casa. La sistemazione temporanea, però, stava diventando permanente. Così il proprietario dell’abitazione ha riferito all’ospite che doveva andarsene.
REAZIONE – Quest’ultimo,  però, non l’ha presa bene: dopo una violenta lite, tra l’altro, ha minacciato di morte l’amico se avesse deciso di cambiare la serratura o chiesto aiuto. Non contento, ha ammesso che avrebbe fatto i fagotti se avesse ricevuto i 2mila euro. Non solo: se tale richiesta non fosse stata esaudita, avrebbe addirittura preso possesso delle quattro mura.
AIUTO – Il titolare, a quel punto, si è rivolto alla polizia. Gli agenti hanno avviato le indagini, cercando innanzitutto di identificare il reo, visto che la vittima era stata in grado di riferire solo il nome di battesimo del connazionale. I poliziotti hanno effettuato un’individuazione fotografica,  nel corso della quale sia il titolare dell’abitazione sia un testimone hanno riconosciuto il 32enne. Quando la vittima ha avuto nuovamente in casa l’indesiderato ospite, si è rivolto agli agenti, che lo hanno trovato e lo hanno accompagnato negli uffici del commissariato.
FUGA – Per gli investigatori non c’erano dubbi, soprattutto considerati i gravi indizi di colpevolezza acquisiti, insieme all’accertata determinazione del 32enne di lasciare l’Italia. Infatti è stato ritrovato il biglietto aereo nelle valigie già pronte.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio