Cultura e SocietàFeatured

Il trend del gioco online durante l’emergenza coronavirus

La situazione derivata dall’emergenza Coronavirus ha portato ad uno scenario che difficilmente sarebbe stato prevedibile in precedenza. Di sicuro, il virus arrivato dall’Oriente e che ha travolto l’intero mondo ha causato danni notevoli a molti più settori di quanto si potrebbe pensare ad un primo cenno all’argomento. Come è ovvio – e giusto – l’attenzione è stata riservata all’aspetto sanitario, ma che dire a proposito dell’economia?

Sia l’economia italiana che quella internazionale infatti hanno risentito in maniera evidente negli ultimi mesi, a causa del lockdown forzato: durante la quarantena infatti solo le attività necessarie per la sopravvivenza sono rimaste aperte, e dunque la maggior parte dei settori economici hanno registrato pesanti passivi. Ma non tutti. Esistono infatti alcuni ambiti che potrebbero addirittura essere stati avvantaggiati dalla situazione.

Coronavirus: come ha influito

Di che cosa stiamo parlando, se tutti i negozi e simili come detto erano serrate? Di tutte quelle attività che nascono e si sviluppano online, e che quindi non hanno mai avuto bisogno di un luogo fisico all’interno del quale esprimersi. È per esempio il caso dei casinò online: il settore del gaming virtuale nel corso degli ultimi mesi ha infatti tratto incredibili benefici da quanto stava accadendo. Ma proviamo a contestualizzare.

Nel corso degli ultimi anni il gioco d’azzardo sul web è stato uno dei settori che hanno registrato la crescita più importante dal punto di vista dei numeri: sia per quel che riguarda gli utenti attivi sulle varie piattaforme sicure e legali, come per esempio casinoonlineaams.com, sia dal punto di vista dei soldi spesi su queste.

Questa crescita può di sicuro essere motivata dalle caratteristiche stesse di questo volto del gaming, quello virtuale: queste sono la comodità e l’immediatezza che esso offre agli utenti, in particolare se questi parametri vengono paragonati con gli stessi offerti dal gioco nei luoghi fisici adibiti a questa attività. È ovvio che poter giocare in qualsiasi momento e ovunque, accedendo ad ogni campo da gioco desideriamo, faccia la differenza.

Ed ecco che queste caratteristiche sono andate a combaciare proprio con la situazione che era stata generata dal Coronavirus. Per via del lockdown infatti, l’afflusso di persone su Internet e sui dispositivi digitali in generale è cresciuto in maniera esponenziale, ulteriormente. È chiaro che un settore che già stava vivendo il suo momento migliore come quello del gioco d’azzardo online non ha potuto che “sorridere”.

Il 2019 era stato l’anno dei record per l’ambito di cui stiamo parlando, con numero mai toccati in precedenza, e questo nuovo aumento di cui abbiamo accennato ha causato un altro boom sulle piattaforme in questione. Al contrario del “gemello” fisico, che ha risentito in maniera netta della chiusura di tutte le attività, il gioco online ha invece proseguito il suo periodo positivo durante l’emergenza Coronavirus.

La situazione attuale e il futuro

Che cosa deriva dallo scenario che abbiamo appena descritto? Sicuramente un recente passato all’insegna dei record e di un incremento esorbitante, ma dall’altra parte anche una massiccia dose di insicurezza. Il futuro infatti, anche quello imminente, si preannuncia come particolarmente incerto per il settore in questione.

Se è vero come abbiamo detto che il gaming online era già in crescita evidente prima del Coronavirus, adesso i numeri a cui il settore “si è abituato” nel corso degli ultimi mesi potrebbero crollare in maniera piuttosto massiccia. L’Italia infatti ha cominciato a ripartire gradualmente, e così anche tutto il mondo. È tutto da vedere quindi quanti, tra gli utenti che si sono registrati sulle piattaforme virtuali nel corso del lockdown, saranno intenzionati a tornare e frequentarle con una certa costanza anche in una situazione di ritrovata normalità.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio