CronacaFeatured

Conclusa indagine antidroga ‘Brothers’ Roma, altri cinque arresti

droga-sequestrata Conclusa l’indagine antidroga denominata ‘Brothers’, a Roma. Alle prime luci dell’alba di martedì 29 novembre 2016, i carabinieri della Compagnia Roma Montesacro hanno arrestato quattro romani – tre in carcere, uno ai domiciliari, due 36enni e due 34enni – residenti nella periferia est della Capitale, ritenuti responsabili a vario titolo di spaccio e detenzione di sostanza stupefacente.
PROVVEDIMENTO – Il provvedimento cautelare, emesso dal gip del Tribunale di Roma, su richiesta della Direzione distrettuale Antimafia della Procura di Roma, è l’ultimo atto di un’indagine sviluppatasi nel biennio 2011/2013.
Nel corso delle fasi esecutive dell’ordinanza e delle perquisizioni delegate di martedì 29 novembre, i carabinieri hanno anche arrestato un 39enne, perché trovato in casa con 143 grammi di cocaina, già suddivisa in dosi, 477 grammi di hashish in panetti e un bilancino di precisione.
L’INDAGINE – L’intera indagine è partita con l’arresto, nel settembre del 2011, di un pusher trovato in possesso di 1,3 chilogrammi di hashish, che ha consentito, attraverso le attività di osservazione e pedinamento nonché intercettazioni telefoniche, di individuare, partendo dal fratello dell’arrestato, gli appartenenti a quattro distinti gruppi di spaccio, cooperanti tra loro, ma che esercitavano autonomamente nei quartieri di Casal Bertone, Pietralata, Casal De Pazzi e Santa Maria del Soccorso.
Nel corso delle ricerche, che hanno visto oltre cento indagati, erano state già arrestate dai carabinieri di Montesacro 25 persone sulla base di ordinanze emesse dal gip e contestualmente altre 45 in flagranza di reato, tutte responsabili a vario titolo di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
RISCONTRI – Numerosi i riscontri effettuati, con il sequestro di oltre 50 chili di sostanza stupefacente, tra hashish, cocaina e marijuana, una pistola con matricola abrasa, due carabine, quattro bombe carta. A ciò si è aggiunta la somma complessiva di circa 50mila euro in contanti, sequestrata agli spacciatori poiché ritenuta provento dei loro traffici illeciti.
INTERCETTAZIONI – Le intercettazioni hanno consentito di individuare e arrestare nel novembre 2011 un uomo, risultato essere destinatario, nell’ambito di un diverso procedimento penale, di un’ordinanza di misura cautelare in carcere, quale promotore, organizzatore e finanziatore di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti tra Spagna, Perù e Olanda.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio