Cronaca

Rapine a raffica sul litorale Ostia, arrestato 34enne

auto-carabinieri-5 Rapine a raffica sul litorale romano. I carabinieri della compagnia di Roma Ostia, attraverso una attività sviluppata nelle ultime settimane con il coordinamento della procura della Repubblica di Roma – gruppo reati contro il patrimonio – hanno identificato l’autore di alcuni colpi compiuti in esercizi commerciali. Un 34enne della Capitale, con numerosi precedenti, è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria.
INDAGINI – Secondo gli investigatori, l’uomo, il 23 gennaio 2017, aveva cercato di rapinare un bar in piazzale della Stazione del Lido ed  era stato messo in fuga dal titolare che, nel corso di una colluttazione, gli aveva tolto il casco, riuscendolo a vedere in volto.
RICOSTRUZIONI – I carabinieri, sulla base delle prime ricostruzioni, hanno sottoposto ai due varie foto, tra cui quella del 34enne che è stato riconosciuto. Dai video estrapolati dai sistemi di videosorveglianza, i militari hanno inoltre notato il singolare paio di scarpe di colore rosso che il rapinatore calzava e lo hanno confrontato con le immagini di una rapina consumata il 24 gennaio 2017 in una friggitoria, che il malvivente aveva rapinato armato di pistola.
AUSILIO – Importante, in tal senso, l’ausilio della Guardia di Finanza di Ostia che, proprio il 2 febbraio 2017, aveva denunciato il rapinatore poiché sorpreso in possesso di una replica di una pistola Beretta ad aria compressa, corrispondente a quella visualizzata nelle immagini della videosorveglianza degli esercizi rapinati.
IDENTIFICATO – Una volta identificato quale autore delle rapine, non è stato facile rintracciarlo: da circa dieci giorni, nonostante fosse già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma presso la Stazione dei Carabinieri di Ostia Antica, dove avrebbe dovuto presentarsi tre volte alla settimana, aveva lasciato la sua abitazione e si era reso irreperibile. Però, durante uno degli specifici servizi antirapina, i carabinieri in borghese lo hanno individuato e bloccato in via delle Gondole, con ancora indosso uno scaldacollo. Ai piedi, peraltro, aveva le stesse scarpe rosse. Il fermato è stato  accompagnato in carcere a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Il  fermo è stato convalidato dal gip ed è stata disposta  la custodia  in carcere, su richiesta del pm. Le indagini, adesso, cercheranno di stabilire se il rapinatore si sia reso responsabile anche di altri colpi sul litorale romano.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio